Obit: Hank Oettinger, 92

Hank Oettinger, che probabilmente ha scritto più lettere a più editori di chiunque altro nella storia di Chicago, è morto a 92 anni. Il signor Oettinger è morto nel sonno martedì mattina, 5 ottobre, per cause naturali, secondo i suoi amici Tobin Mitchell e Bruce Elliott .

'Era il tipo di ragazzo che aveva sempre tempo per parlare'

Mi vengono in mente tre volte in cui ho pianto mentre ascoltavo la radio. Il primo è stato quando è stata annunciata la morte di John F. Kennedy. Gli altri due sono stati durante gli omaggi del WFMT 'Midnight Special' a Steve Goodman e, lo scorso sabato sera, a Fred Holstein. Mi conosco abbastanza bene da sapere che in quelle ultime due occasioni mi sono commosso non solo per la loro perdita, ma anche per la mia.

Clint Eastwood non tira pugni

'Farò il film indipendentemente dal fatto che tu lo voglia o meno', ha detto Clint Eastwood alle cause della Warner Bros., quando si sono rifiutate di finanziare 'Million Dollar Baby'. Avevano letto la sceneggiatura, ricorda Eastwood, e hanno detto 'non pensiamo che i film di boxe siano molto popolari in questo momento'. Puoi immaginare che gli occhi di Eastwood si strinsero mentre rispondeva: 'Questo per me non è un film di boxe. Parla di speranze, sogni e una storia d'amore'.

Kenneth Anger: L'uomo che vogliamo impiccare

'Il mio suicidio preferito di Hollywood in assoluto', ha detto Kenneth Anger, 'era quello di Gwill Andre. Era una starlet che ha ottenuto le sue foto su tutte le riviste - Film Fun aveva foto di lei a bizzeffe - ma tutto ciò che ha ottenuto nei film era una passeggiata- sui ruoli. Bene, un giorno si è stufata di vedersi negata la celebrità. Così è uscita nel cortile sul retro e ha costruito una pira funeraria di tutti i suoi ritagli di stampa. L'ha accesa e si è lanciata sopra. Di sicuro batte 'Day della locusta.''

Dì la tua verità: Chapman & Maclain Way su Wild Wild Country

Un'intervista con i registi Chapman & Maclain Way sulla loro avvincente serie di documentari Netflix, 'Wild Wild Country'.

La curva di apprendimento di un regista alle prime armi

Entri nella stanza d'albergo e Robert Rodriguez inserisce un video nella macchina. 'Ecco il film che mi ha fatto sapere che era tutto possibile', dice. 'Si chiama 'Bedhead'. L'ho girato con i miei fratelli e sorelle. Dura otto minuti e mi è costato $ 800. È così che sapevo che avrei potuto fare un film di 80 minuti per $ 7.000'.

Nel film 'Mac', John Turturro cattura la certa nobiltà della vita quotidiana

Alla fine del nuovo film di John Turturro 'Mac', dopo che tutti i titoli di coda sono stati girati, c'è una registrazione graffiante da una segreteria telefonica. 'Giovanni? Giovanni?' chiede una voce, e poi la voce si lamenta dell'idea di segreterie telefoniche. La voce appartiene al padre di Turturro, Nicholas, morto nel 1988, e la cui vita di operaio edile e appaltatore ha ispirato il film.

Con ogni mezzo necessario: Spike usa la sua influenza

NEW YORK -- Una o due settimane prima della première mondiale per la stampa del suo film 'Malcolm X', Spike Lee ha detto che preferirebbe essere intervistato da giornalisti afroamericani, quando possibile. Non ha mai chiesto che solo i neri gli parlassero e non ha mai detto che non avrebbe parlato con i bianchi. Ma la maggior parte delle notizie ha dato quell'impressione, e almeno un gigantesco quotidiano del Midwest ha ritirato il suo scrittore di film bianco dall'incarico in un soffio.

Una celebrazione dell'amicizia: Andrew Ahn e Nick Adams su Fire Island

Un'intervista con il regista Andrew Ahn e l'attore Nick Adams sulla loro commedia romantica ispirata a Orgoglio e Pregiudizio, Fire Island.

Un caldo e sfocato Arnold per gli anni '90

CANNES, Francia -- La prima volta che ho incontrato Arnold Schwarzenegger è stato nel 1977 a un festival del cinema a Dallas. Era lì per la prima di 'Pumping Iron', il documentario che ha lanciato la sua carriera cinematografica e, paradossalmente, ha permesso al pubblico di relazionarsi con lui come persona e non solo come un insieme di muscoli. Quello che ricordo è che tra le due proiezioni del film, Arnold trovò un angolo tranquillo nel backstage e aprì i suoi libri di testo. Stava studiando per un esame universitario.

Un momento appropriato per far scoppiare tutto questo: Elizabeth McGovern in Downton Abbey: A New Era

Un'intervista con Elizabeth McGovern su Downton Abbey: A New Era.

Un delicato equilibrio: Thora Birch alla regia del suo primo lungometraggio, The Gabby Petito Story

Un'intervista con l'attrice Thora Birch sul suo imminente debutto alla regia.

Binoche evoca la qualità del semplice esistere

NEW YORK -- A cosa sta pensando? Non ci sono molte attrici che possono ispirarti a fare questa domanda. Juliette Binoche è una di queste. I registi sembrano attratti da lei da una qualità di intelligenza nei suoi occhi seri e spalancati. A loro piace usare primi piani in cui apparentemente non sta facendo nulla, sta solo guardando, eppure sono impliciti volumi di emozioni.

DeNiro inverte i ruoli in 'Bronx Tale'

Toronto, Canada -- Un ragazzo è seduto sulla sua veranda nel Bronx quando due ragazzi litigano per un parcheggio. Uno tira fuori una mazza da baseball. L'altro estrae una pistola e spara al primo uomo morto. Il ragazzo è seduto lì con gli occhi sbarrati e vede tutto, e l'assassino lo nota, e lo guarda, duro, e il ragazzo riceve il messaggio: nel quartiere, nessuno è più basso di uno squittio.

Denzel Washington mette il potere dietro l'Oratorio

NEW YORK -- Predicando con le parole e lo stile di Malcolm X, in piedi a volte negli stessi punti in cui si trovava, Denzel Washington iniziò a capire il potere dell'uomo. 'Ti alzi di fronte a cento o mille persone, e fai questo viaggio insieme, e dai loro da mangiare questo stile di predicazione di chiamata e risposta, ed è come una droga, una droga potente', mi ha detto Washington , pochi giorni prima dell'uscita del film mercoledì.

I 'sogni' possono diventare realtà per due adolescenti di Chicago

Due studenti di terza media del centro di Chicago mostrano talento sui campi da basket del quartiere. Uno scout freelance li individua e li recluta per la St. Joseph's High School di Westchester, un sobborgo occidentale. St. Joseph's è noto per le sue squadre potenti; fu qui che un altro giovane del centro città, Isiah Thomas dei Detroit Pistons, iniziò la sua scalata alla fama.

Cineaste donne in primo piano: Anisia Uzeyman e Saul Williams in Neptune Frost

Un'intervista con Anisia Uzeyman e Saul Williams sul loro roboante musical punk fantascientifico afrofuturista, Neptune Frost.

Della stessa materia: Gaspare di Noè su Vortice e Luce eterna

Un'intervista a Gaspar Noé sui suoi due nuovi film, Vortex e Lux Aeterna.

Cineaste femminili in primo piano: Mira Nair su Mississippi Masala

Un'intervista con la leggendaria Mira Nair sul suo film del 1991 appena restaurato, Mississippi Masala.

Cineaste in primo piano: Andrea Arnold su Cow

Un'intervista con Andrea Arnold sul suo nuovo film, Cow, come parte di una nuova serie di interviste con registi donne.