Riepilogo Ebertfest 2022: Un ritorno a casa d'oro

Il potere comunitario di Ebertfest 2022 è stato a dir poco un tonico per l'anima!


Potrebbe lo spirito di Ebertfest, il festival cinematografico annuale co-fondato da Chaz Ebert e Roger Ebert nella sua alma mater, l'Università dell'Illinois a Urbana-Champaign, essere riconquistato dopo una pausa di due anni alimentata dalla pandemia? La risposta si è rapidamente rivelata un clamoroso sì, poiché il Virginia Theatre ha accolto i membri del pubblico sia vecchi che nuovi che hanno impressionato gli ospiti speciali del festival con le loro domande perspicaci e il sincero umanesimo. Come negli anni passati, hanno abbracciato il tipo di cinema impegnato che i suoi fondatori hanno sostenuto. Anche se sei arrivato a una proiezione da solo, non passò molto tempo prima che ti trovassi ad avere un'ottima conversazione con lo sconosciuto seduto accanto a te (anche se in posti riservati un po' socialmente distanziati per comodità). Dopo infiniti mesi di visione in quarantena, il potere comunitario dell'Ebertfest 2022 è stato a dir poco un tonico per l'anima.

La serata di apertura di quest'anno, il 20 aprile, è iniziata con un'esibizione di una bellezza inquietante del cantautore di origine israeliana Eef Barzelay (alias Clem Snide), la cui canzone intitolata 'Roger Ebert' è stata presentata in anteprima nel suo album folk del 2020, Oltre per sempre Appena oltre (puoi vederlo qui ). Tracy Sulkin, preside del College of Media che celebra il suo ventesimo anniversario all'Università dell'Illinois, ha parlato prima della proiezione della serata, insieme al produttore, conduttore e co-fondatore dell'Ebertfest Chaz Ebert e al direttore del festival Nate Kohn. Il documentario premio Oscar di Questlove ' Summer of Soul (... o quando la rivoluzione non poteva essere trasmessa in televisione) ”, che racconta l'Harlem Cultural Festival del 1969, è stato seguito da un'esibizione travolgente del cantante jazz Tammy McCann e della band piena di sentimento, Ther'Up.Y, guidata da Aplustrodamus (Aaron Wilson). Il gruppo ha sorpreso Chaz eseguendo la canzone che ha scritto, 'I Remember People', che originariamente era cantato di Rashada Dawan e il Chicago Soul Spectacular.



L'inizio del secondo giorno dell'Ebertfest 2022 il 21 aprile è stata un'anteprima speciale di Craig Roberts ' commedia piacevole, ' Il Fantasma dell'Aperto ”, con protagonista il premio Oscar Mark Rylance nei panni di Maurice Flitcroft, l'uomo che famigerato tirò il peggior round di golf nella storia del British Open. Michael Barker, co-presidente e co-fondatore di Sony Pictures Classics (per non parlare di un appuntamento fisso all'Ebertfest), fornito l'introduzione per il film, che ha anche come protagonista il sublime Sally Hawkins . L'apertura è prevista negli Stati Uniti a giugno. Barker è stato raggiunto da Chuck Koplinski e Pam Powell, co-conduttori di 'Reel Talk With Chuck and Pam', per un Q&A in seguito.

Rispondere al desiderio del pubblico di un Alfred Hitchcock film che sarà proiettato al Virginia Theatre, Chaz ha presentato il capolavoro del regista del 1935, “ I 39 passi ”, che è servito da antenato per molti dei classici più noti del regista che sono seguiti. Kerry Ryan e Krystal Vander Ark, rispettivamente Marketing Manager e Direttore delle Operazioni di The Film Detective, ha dato un'introduzione al punto di riferimento della suspense, che era abile nel mantenere un pubblico incantato come lo era al suo rilascio iniziale 87 anni fa. Chicago Tribune critico Michele Phillips ha moderato il pannello post-proiezione del film con Michael Barker e il regista candidato all'Oscar Ramin Bahrani , facendo la sua quinta apparizione come ospite al festival.

Una delle selezioni più strazianti, profondamente toccanti e catarticamente divertenti del festival è stata Neil Berkeley il documentario del 2017, “ Gilberto ”, sull'audace eredità e sulla fiorente vita personale dell'iconico comico Gilbert Gottfried . La sua morte appena una settimana prima del festival ha fatto sì che la voce di Berkeley fosse soffocata dall'emozione presentazione del film . Successivamente è stato raggiunto sul palco da Terry Zwigoff , il regista candidato all'Oscar e amico di Gottfried, consulente di Fandor e produttore esecutivo Chris Kelly e, tramite Zoom, la moglie di Gottfried, Dara. I bei ricordi di Gottfried condivisi dai membri del pubblico durante il Q&A sono stati uno dei grandi momenti salienti del festival.

Giovedì conclusivo dell'Ebertfest di quest'anno è stato ' Uscita francese ,” l'ultimo film drammatico diretto da Azazel Jacobs , che è stato commosso nel vedere il film, che non ha mai avuto la possibilità di un vero e proprio lancio nelle sale a causa della pandemia di COVID-19, si collega profondamente con il pubblico. Michelle Pfeiffer interpreta una persona mondana di Manhattan che tenta di vivere della sua eredità in diminuzione insieme a suo figlio ( Lucas Hedges ), e ci sono numerose scene che hanno suscitato risate esplosive dalla folla. Jacobs fornito un'introduzione per il film e ha parlato con Barker sul palco per le successive domande e risposte.

Il 22 aprile è iniziato l'Ebertfest 2022 con doppia fattura di Jason Delane Lee e Yvonne Huff Il cortometraggio di Lee, “ Ancora di salvezza ,' seguito da Rebecca Sala l'acclamato film d'esordio di ' Passando ”, entrambi esplorano la natura dell'identità. Basato sul romanzo del 1929 di Nella Larsen , “ Passando ” recita il candidato all'Oscar Ruth Negga e candidato ai BAFTA Tessa Thompson nei panni di due compagni di liceo afroamericani le cui vite prendono una svolta drammatica da adulti. Brenda Robinson, che è stata la produttrice esecutiva di “Passing” insieme a Chaz Ebert e Yvonne Huff Lee, è stata anche a disposizione per le domande e risposte successive.

di Maureen Bharoocha ' Damigelle d'onore commedia Braccio d'oro ', incentrato sulle bizzarre concorrenti del National Ladies Arm Wrestling Championship, ha perso l'opportunità di entrare in contatto con il pubblico quando la pandemia ha chiuso SXSW. Quindi è stato un piacere particolare per le co-sceneggiatrici del film Anne Marie Allison e Jenna Milly vivere il film in mezzo alla folla, insieme alla produttrice del film Brigid Brakefield. Allison e Milly ha presentato il film e ha parlato sul palco con Chaz Ebert dopo la proiezione.

Questo trio di film Netflix estremamente meritevoli del trattamento del grande schermo è culminato con ' La tigre bianca ”, l'avvincente film che è valso al suo regista, Ramin Bahrani, la tanto attesa nomination all'Oscar per la migliore sceneggiatura originale. Basato sul New York Times bestseller di Aravind Adiga , il film è protagonista Adarsh ​​Gourav nei panni di un uomo indiano impoverito che tenta di sfuggire alle sue circostanze guidando clienti facoltosi. Bahrani ha partecipato a una sessione di domande e risposte con l'editore responsabile del nostro sito Brian Tallerico e il senior editor Nick Allen dopo la proiezione.

Uno dei film preferiti di Roger, ' Mondo fantasma ,” La commedia di Terry Zwigoff nominata all'Oscar del 2001 con protagonista Birch Thora e Scarlett Johansson come diplomati sardonici, è stato dato una delle introduzioni più indimenticabili nella storia dell'Ebertfest. Su richiesta di Zwigoff, un estratto audio dalla sua apparizione lo scorso dicembre in 'Gilbert Gottfried's Amazing Colossal Podcast!' è stato interpretato in cui il comico ebreo legge una recensione oscenamente antisemita di ' Mondo fantasma ” che è stato pubblicato online. Guardare Zwigoff ascoltare Gottfried ululare dalle risate è stato uno spettacolo sia esilarante che commovente.

Poi la voce di Roger riempì ancora una volta il Virginia Theatre grazie alla recensione 'Siskel & Ebert' del magistrale documentario di Zwigoff ' Mollica ', che fungeva da antenato tematico di 'Ghost World'. Dopo la proiezione, Zwigoff è stato raggiunto sul palco da Birch, la cui carriera comprende numerosi altri titoli essenziali come “ bellezza americana ' e ' Hocus Pocus ”, per una sessione di domande e risposte moderata da me, Matt Fagerholm, editore letterario di questo sito.

Il 23 aprile, il quarto e ultimo giorno dell'Ebertfest, lo stimato gruppo di Ebert Fellow di quest'anno selezionato dal College of Media presso l'Università dell'Illinois e guidato da Michael Phillips del Chicago Tribune, è stato presentato al pubblico . Sono la sesta classe di Ebert Fellows da quando il programma è stato dotato di Chaz e Roger Ebert: Zeke Allis, Zulema Herrera e Michelle Husain. Successivamente, ci fu una proiezione del classico muto di Henri Étiévant del 1927, ' Sirena dei Tropici ”, con protagonista l'icona dello schermo Josephine Baker, che di recente è stata inserita nel Pantheon francese, il più alto riconoscimento in Francia. Renee Baker e una sezione di 10 elementi della Chicago Modern Orchestra hanno eseguito uno straordinario accompagnamento musicale dal vivo al film che ha ottenuto una standing ovation dal pubblico. Il dottor Douglas A. Williams, ex studioso di Fulbright, si è unito a Baker, Michael Phillips e Chaz Ebert per le successive domande e risposte.

Non solo lo è Krisha Fairchild la stella potente di Trey Edward Shults ' galvanizzante film d'esordio, ' Krisha ”, è anche un oratore straordinariamente potente a pieno titolo. La natura dolorosamente personale del film narrativo, che ritrae l'impatto sconvolgente della dipendenza su una famiglia, è stata descritta da Fairchild in entrambi i la sua introduzione alla proiezione e le sue domande e risposte con il redattore collaboratore del nostro sito, Nell Minow, e il presidente del comitato per la salute mentale della contea di Champaign, Joseph Omo-Osagie, moderato dal dottor Eric Pierson, un punto fermo di Ebertfest, professore di studi sulla comunicazione all'Università di San Diego. Prima della funzione c'era un'anteprima di 'Roma Amor', un film in bianco e nero splendidamente girato dai devoti partecipanti all'Ebertfest Giò Crisafulli e Melissa Batista.

Il regista Jeremy Ungar era a portata di mano per presentare l'acclamato documentario, “ Sono cubano ”, che ha co-diretto con Ivaylo Getov ed è stato prodotto da sua madre, la logopedista Robin Miller Ungar. Sebbene questo ritratto di Vocals Vidas, un quartetto cubano tutto al femminile, abbia vinto il Premio del Pubblico al SXSW Film Festival dell'anno scorso, lo schermo del Virginia Theatre è stato il più grande su cui questo film è stato proiettato finora. La successiva sessione di domande e risposte con Jeremy e Robin è stata seguita da una meravigliosa esibizione di Tito Carillo e del Latin Jazz Ensemble dell'Università dell'Illinois.

Infine, la 22a puntata dell'Ebertfest si è conclusa con una ricca proiezione dello straordinario studio sul personaggio del premio Oscar Guillermo del Toro, ' Vicolo da incubo ”, caratterizzato da una brillante performance di Bradley Cooper come un carnivoro che ospita demoni i cui poteri di manipolazione lo portano su una strada pericolosa verso il successo. Una procedura medica non pericolosa per la vita ha impedito a del Toro di partecipare al festival con la moglie e la co-sceneggiatrice del film Kim Morgan , ex corrispondente di 'Ebert Presents 'At the Movies''.

Il loro film, che ha ricevuto una nomination all'Oscar per il miglior film e una nomination alla WGA per la migliore sceneggiatura adattata, è stato proiettato su una gloriosa stampa in bianco e nero da 35 mm. del toro e Morgan pre-registrato un'introduzione per il film, così come una sessione di domande e risposte (incorporata sopra) con Chaz Ebert e Nate Kohn che la maggior parte del pubblico è rimasta a guardare mentre l'orologio ticchettava dopo la mezzanotte. Nick Allen ha parlato sul palco con il manager personale di del Toro Gary Ungar, padre di Jeremy, prima dell'eccellente sessione di domande e risposte registrata, in cui del Toro ha fatto eco ai pensieri di ogni partecipante di lunga data dell'Ebertfest osservando: 'Niente mi rende più felice del viaggio a Champaign, Illinois .” Eccone molti altri!