Stranger Things ritorna come intrattenimento estivo di prim'ordine

“Non c'è vergogna a correre. Non cercare di essere degli eroi'.

Così dice uno dei nuovi personaggi di 'Stranger Things 4', ma lo sappiamo meglio. El, Mike, Dustin, Lucas, Will e tutti gli altri personaggi, giovani e meno giovani, non sono mai scappati da una sfida e si sono sempre salvati l'un l'altro in nome dell'amore e dell'amicizia, mai dell'eroismo. Sempre pieni di risorse, sempre attenti a ciò che hanno imparato dal passato e sempre consapevoli di ciò che è in gioco, i nostri eroi ci fanno tornare e questa stagione ha la particolarità di essere semplicemente la preparazione per ciò che verrà il 1° luglio. Quello che c'è qui ha pochi finali puliti e meno certezze, il che rende ancora più difficile rivederlo come un pezzo finito. Molte storie e archi narrativi dei personaggi devono ancora essere veramente realizzati.

Tuttavia, abbiamo aspettato a lungo il suo arrivo, quindi com'è (finora)? 'Stranger Things' è ancora un ottimo intrattenimento estivo. I fratelli Duffer hanno fatto bene a se stessi prendendosi il loro tempo per assicurarsi di non aver riscaldato di nuovo lo stesso pasto. Hanno ancora una passione per questa serie e questo è evidente per la maggior parte del tempo in esecuzione. Lo spettacolo è ancora carico di riferimenti alla cultura pop dell'epoca ben posizionati, momenti di spettacolo e allegria e crescendo emotivi, uno dei quali rimane una delle sequenze più belle nella storia dello spettacolo e uno che spero possa ripartire un'opera d'artista in particolare e diventare delle canzoni distintive della prossima estate. È stato nella mia testa per tutto il fine settimana ed è benvenuto viverci in qualsiasi momento.



Quindi, ovviamente, ho il dovere di non rivelare spoiler (non vorrei), ma posso darti la configurazione di base. In primo luogo, faresti bene a rivisitare forse gli ultimi due capitoli di 'Stranger Things 3', soprattutto se non li hai visti da quando sono usciti per la prima volta nel 2019. L'ho fatto e non ho potuto fare a meno di notare un bel vantaggio visivo che introduce Eleven/Jane (Millie Bobby Brown ), che ora vive con la famiglia Byers—Joyce ( Winona Ryder ), Jonathan ( Charlie Heaton ), e sarà ( Noè Grappa ) a Lenora Hills, CA. Undici e Mike ( Finn Wolfhard ) sono amici di penna dal trasloco e stanno per vedersi di nuovo durante le vacanze di primavera (1986) quando Mike va a trovarli. Di nuovo a Hawkins, IN, Mike e Dustin (Gaten Matarazzo) hanno giocato a D&D con un gruppo di emarginati sociali chiamato 'Hellfire Club', gestito da un nuovo personaggio, il metallaro esaurito, Eddie Munson ( Giuseppe Quinn ).

Intanto Lucas ( Caleb McLaughlin ) si è lentamente separato da artisti del calibro di Mike, Dustin e D&D e ha iniziato a giocare a basket per gli Hawkins Tigers, bloccato tra l'essere amico degli atleti e dei fanatici. In 'Stranger Things 3', abbiamo incontrato Robin Buckley ( Maya Hawke ), che ha lavorato presso Scoops Ahoy con Steve Harrington ( Joe Keyer ). Rimangono 'solo amici' mentre Harrington si strugge per Nancy Wheeler ( Natalia Dyer ), che lavora per il giornale della scuola con il suo editore sfigato con gli occhiali degli anni '80, Fred Benson (Logan Riley Bruner). Infine, Max ( Sadi Lavello ) piange ancora la morte di suo fratello Billy ( Dacre Montgomery ) e non si è legata a nessuno dei circoli sociali mentre la sua relazione con Lucas inizia a sgretolarsi.

Probabilmente ti starai chiedendo, prima di tutto, che dire di Jim Hopper? Per quella risposta, dovrai aspettare fino al Capitolo 2 (sebbene il trailer abbia delle risposte, se vuoi seguire quella strada). Questo fondamentalmente ti prepara per il primo episodio, che riguarda la rivisitazione di vecchi personaggi e la creazione di nuovi, molti dei quali riempiono i tropi degli anni '80, tra cui l'atleta malvagio, l'ignaro drogato, più russi e un nuovo mostro, chiaramente modellato dopo un'iconica figura horror degli anni '80. C'è un motivo per cui abbiamo nuovi personaggi chiamati 'Fred' e 'Jason'.

Questo ci porta a uno degli elementi più forti dello show: l'intreccio di un sottogenere inteso a cenno alle sue influenze mentre trova una voce propria. I fratelli Duffer hanno spostato intelligentemente 'Stranger Things' al suo prossimo genere logico degli anni '80 (il film slasher) ora che i nostri protagonisti sono tutti adolescenti (o era quello o la stupida commedia sessuale per adolescenti). Molti film horror hanno il loro merito qui, tra cui 'Near Dark', 'The Gate' e un 'ovvio' Il silenzio degli agnelli ” annuisce, mentre altri film non horror di questa epoca (“The River’s Edge,” “ Giochi di guerra ' e 'Spie come noi', solo per citarne alcuni) godono anche di alcuni divertenti tributi. La forza del materiale, tuttavia, renderà certo che i cenni alla cultura pop non siano il massimo da asporto. Mentre Wes Craven i fan avranno molto da divertirsi qui, i fan dello show che potrebbero essere ignari di questo tipo di fan service degli anni '80 saranno ancora sul bordo dei loro posti e completamente a bordo con i loro personaggi preferiti.

Tuttavia, c'è un elemento di pazienza necessario per il proprio godimento qui. I personaggi principali non sono mai stati così distanti prima e spesso aspettiamo un po' di riunificazione. Con l'avanzare della stagione, abbiamo fino a otto fili di trama in corso contemporaneamente. Ciò mette a dura prova le cose nella metà posteriore, ma ancora una volta è tutto pronto. Fortunatamente, una delle cose che i fratelli Duffer fanno bene è mantenere lo slancio. Non ci sono mai stati episodi di flashback indipendenti o indulgenti tributi di genere per rallentare le cose, ma posso dire di aver visto abbastanza di uno dei fili della trama meno interessanti dello show che ci riporta a un'epoca precedente. Anche se approfondisce uno degli sfondi del personaggio centrale, tende a impantanare le cose, a causa dell'isolamento del personaggio dall'azione. Il ritmo vertiginoso e i momenti di allegria di 'Stranger Things 3' sono più brevi qui.

Questo non vuol dire che 'Stranger Things 4' abbia perso il suo senso dell'umorismo. Tutti qui si divertono molto (Murray!) e lo spettacolo si lascia comunque un po' sciocco, anche durante sequenze piene di suspense e urgenti. La chimica è ancora lì, anche se molti dei personaggi più giovani sembrano essere in pericolo di invecchiare in questi ruoli (se non l'hanno già fatto). I fratelli Duffer non solo hanno giù la cultura pop, ma ricordano anche l'imbarazzo e la complessità che derivano dall'avere una prima cotta o la prima relazione. Guarda la scena in cui Mike e Eleven si riuniscono (è presto). Non c'è abbraccio emotivo mentre la telecamera gira intorno a loro. È molto più radicato e chiaro che hanno molto di cui parlare, ma non possiedono ancora gli strumenti necessari per iniziare la conversazione finché non è troppo tardi. Wolfhard e Brown hanno ancora il loro cuore in questi ruoli e hanno un modo per ricordarci di quando erano più giovani. Gli scrittori non li hanno trasformati in adulti completamente maturi. Stanno ancora imparando.

I fratelli Duffer ricordano anche il tipo di crudeltà che gli adolescenti si infliggono (e continuano a infliggere) l'un l'altro in nome della popolarità e del diritto. Chiunque sia stato un adolescente preso di mira durante questo periodo scoprirà che tutto è andato a buon fine. Ad un certo punto, lo spettacolo fa un salto culturale (fino alla metà degli anni '90) per ricordarci i West Memphis Three e come gli adolescenti che amavano la musica metal e l'occulto sono stati demonizzati e trasformati in capro espiatorio dalle loro comunità. Ricorda allo spettatore che il lato brutto di questa era è vivo e vegeto oggi, anche se questo potrebbe non essere l'obiettivo finale dei Duffer. I fanatici dello show sono sempre stati presi di mira (ricordate come abbiamo incontrato Steve Harrington per la prima volta?), ma in questa stagione il comportamento è ancora più inesorabilmente crudele, proprio come lo sarebbero nella vita reale.

Ad ogni modo, c'è ancora troppo di cui parlare qui, ma lascio a te tutto da scoprire e discutere da solo. 'Stranger Things' offre ancora ed è arrivato giusto in tempo per uno studio che ha bisogno di un successo fattibile e di un fenomeno di cultura pop che si senta ancora degno di discussione.

Sette episodi proiettati per la revisione. In anteprima il 27 maggio su Netflix.