TIFF 2019: Bad Education, A Beautiful Day in the Neighborhood, Hearts and Bones

Potrebbe essere un tentativo di riscattare una professione dalle accuse di notizie false o semplicemente un modo semplice per fornire un surrogato del pubblico in una storia, ma quest'anno al TIFF ci sono stati almeno tre film che ho visto che includevano il punto di vista di un giornalista. Ora lo sono molto giornalisti diversi: an Scudiero membro dello staff, un'adolescente al giornale della sua scuola e un fotoreporter di fama internazionale, ma hanno una cosa importante in comune: sono tutti centrali nei film che consiglierei.

Il migliore dei tre lo è Cory Finley 'S “ Cattiva educazione ,” una raffinata drammaticità che ha fatto paragoni con “ Elezione ” dopo la sua prima, ma le persone non dovrebbero cercare sperando in grandi risate. Questo è più un commento sociale, su quanto facilmente le persone corrotte possono convincersi che stanno facendo del bene. Ci piace illuderci pensando che la corruzione provenga solo da persone veramente moralmente in bancarotta. Non è sempre così. Invece di fornire solo un resoconto a cifre di una storia vera, Finley ha consegnato un film ricco di sfumature su come nulla sia così in bianco e nero come sembra. Non fraintendetemi: non è in alcun modo un pezzo di redenzione per i criminali, ma li vede come esseri umani complessi in un modo che è drammaticamente gratificante.

'Bad Education' racconta una storia che forse ricorderete: lo scandalo delle scuole della contea di Nassau, in cui gli amministratori del distretto scolastico di Roslyn sono stati accusati e condannati di aver sottratto più denaro al loro lavoro di qualsiasi educatore prima di loro. Il film di Finley si apre prima che si alzi il sipario nei panni del sovrintendente Frank Tassone ( Hugh Jackman ) e il suo vice sovrintendente Pam Gluckin ( Allison Janney ) festeggiano un altro anno di successi. Gli studenti della scuola vanno molto bene, entrando in importanti college, e il successo finanziario della scuola ha permesso loro di avviare un nuovo entusiasmante progetto di costruzione chiamato Skywalk. Quando le viene assegnato di fare un pezzo su quello per il giornale della scuola, Rachel Kellog ( Geraldine Viswanathan ) scopre alcune incongruenze nei libri e non passa molto tempo prima che l'intero castello di carte crolli.



L'intero ensemble è incredibilmente forte, incluso un ottimo lavoro di supporto di Raffaello Casal , ma questo film appartiene a Jackman, come un uomo che crede che la sua gente stia facendo la cosa giusta, anche quando gli vengono presentati i suoi crimini. E potrebbe non avere torto. Che male c'è se gli amministratori di una scuola prestigiosa intascano un po' dei soldi stanziati per l'istruzione per presentare un'immagine di successo? Non paghiamo abbastanza soldi ai funzionari scolastici a nessun livello, quindi se devono accettare alcune donazioni che riparerebbero un tetto che perde per comprare un vestito nuovo per corteggiare i donatori, chi perde? Una delle conversazioni più affascinanti in 'Bad Education' si verifica quando lo scandalo viene alla luce per la prima volta e prima che le autorità lo sapessero e il consiglio debba decidere come gestirlo. Se lo rendono pubblico, i bambini che sono entrati a Dartmouth o Yale potrebbero vedersi revocare l'accettazione. Chi aiuterebbe?

Jackman fa alcuni dei migliori lavori della sua carriera qui, trovando affascinanti zone d'ombra in un uomo che nasconde alcuni suoi segreti dai suoi colleghi amministratori. Il film nel complesso può avere un'energia un po' troppo bassa, ma ci sono scelte di recitazione interessanti in tutto e alcuni argomenti di discussione davvero affascinanti per quando sarà finito.

Un film di questa stagione di premi che probabilmente sarà amato è Marielle Heller è toccante 'Una bella giornata nel quartiere', con protagonista l'America's Dad Tom Hanks come il santo d'America Fred Rogers . Tuttavia, questo non è un film biografico dell'uomo che ha contribuito a crescere milioni di americani. In effetti, Rogers è un personaggio secondario, che è di per sé un modo audace per raccontare questa storia. Questo è più un film su come le convinzioni di Rogers sull'accettazione e il perdono potrebbero aiutare chiunque, indipendentemente dalla loro età.

Lloyd Vogel ( Matteo Rhys ) è un giornalista che potrebbe sopportare di imparare una lezione o due da Mr. Rogers, Daniel Tiger e il resto dell'equipaggio. Gli è stato assegnato un breve pezzo su Rogers per scudiero— non più di 400 parole. Solo un pezzo di sbuffo veloce davvero. Ma si ritrova coinvolto in Rogers, incerto su quanto della versione pubblica dell'uomo corrisponda a quella in TV. (Il film sostiene tutto e che il Mr. Rogers che conosciamo dallo show è fondamentalmente quello che era anche nella vita reale.) E, naturalmente, Lloyd ha problemi personali che deve superare, incluso il risentimento che prova verso un terribile padre ( Chris Cooper ) e la sua stessa incertezza sull'essere un nuovo papà con sua moglie Andrea (Susan Kelechi Watson). Durante la ricerca del pezzo su Rogers, viene a patti con i problemi della sua stessa vita.

Chiaramente, 'A Beautiful Day in the Neighborhood' è quello che potrebbe essere definito 'un film di messaggi'. È progettato per farti chiamare il tuo genitore separato quando è finita e tirare su quelle corde emotive del cuore, ma lo fa in un modo che non sembra manipolativo. È sul lato destro di quella linea che divide le cose che sono genuinamente dolci e calcolate nelle loro manipolazioni. Non mi sono mai sentito come se 'A Beautiful Day' fosse a buon mercato, in parte a causa di come Heller racconta la storia in modo tenero e serio. Questo è un film gentile. E, sì, le risoluzioni emotive sono tutte un po' troppo ordinate e ordinate, ma a volte è bello pensare che se cambiamo semplicemente il modo in cui guardiamo i nostri amici, la famiglia e i vicini, possiamo cambiare anche noi stessi.

Infine, c'è un film sull'area grigia del fotogiornalismo nelle parti del mondo dilaniate dalla guerra. Come qualcuno chiede verso la fine del debutto effettivo di Ben Lawrence 'Cuori e ossa', come ti sentiresti se ci fosse qualcuno in foto che documenta il giorno peggiore della tua vita? Lo odieresti, ma arriviamo ad accettarlo come parte del giornalismo di tutto il mondo, poiché abbiamo visto innumerevoli giorni peggiori della vita da luoghi come la Siria, per esempio. Alcuni dei colpi di scena narrativi in ​​'Hearts and Bones' non funzionano completamente per me, specialmente il finale, ma c'è molto da apprezzare qui in termini di come gestisce un complesso problema emotivo con empatia e compassione, in particolare attraverso i suoi quattro forti esibizioni di primo piano.

Daniel Fisher ( Hugo Tessitura ) è un famoso fotografo, che sta preparando una mostra del suo lavoro dalle zone di guerra del mondo in Australia quando incontra Sebastian Ahmed (il nuovo arrivato Andrew Luri, che non aveva mai recitato prima d'ora). Diventano amici e Ahmed chiede a Fisher se prenderebbe in considerazione la possibilità di non includere le fotografie di un massacro che ha scattato nel villaggio sudanese di Ahmed 15 anni fa. Si scopre che Fisher era lì nel giorno peggiore della vita di Ahmed. Incontriamo anche i loro partner, inclusa la partner incinta di Dan, Josie ( Hayley McElhinney ) e la moglie di Sebastian, Anishka (Bolude Watson), che non conosce il suo oscuro passato.

Qual è il costo umano del giornalismo? All'inizio, Daniel è convinto che non ci siano opere off-limits per la sua mostra, ma la sceneggiatura di Beatrix Christian e Lawrence pone alcune domande complesse e il film si affida al suo forte quartetto di attori per dar loro vita. Ci sono così tante grandi produzioni hollywoodiane al TIFF, che tutti noi vorremmo poter arrivare a film 'più piccoli' più spesso e che i galà e le presentazioni speciali non risucchiassero tutta l'aria dalla stanza. Questo è un perfetto esempio di film che spero che il TIFF elevi a un pubblico più ampio. Merita uno sguardo.