Un uomo, una donna e una banca

Offerto da

Fatto Noel Nero vuoi davvero dirigere questo film? Ho una buona ragione per chiedere. Da quando ha realizzato il leggendario 'Pretty Poison' nel 1968, la carriera di Black è passata da incarichi televisivi (Nancy Drew, Hawaii FiveO) a film oscuri ('Jennifer on My Mind') e ritorno. Non è mai stato davvero in grado di duplicare la freschezza di quel primo successo, che recitava Anthony Perkins e Martedì Salda nella macabra storia di un omicidio in una piccola città.

Ora arriva 'Un uomo, una donna e una banca', il film più costoso e ambizioso di Black in un decennio. Apparentemente si tratta di una rapina in banca. Ha come protagonista il buffo Donald Sutherland e il donchisciottesco Paolo Mazursky come la squadra di ladri e l'intelligente Brooke Adams di cui si innamora la fotografa Sutherland.

Il film inizia in modo promettente. Sembra parlare di una rapina in banca, che è tutto ciò che chiediamo nei momenti di apertura di un film su una rapina in banca. Mazursky, che è un genio del computer ribelle, ha escogitato un modo per superare in astuzia il computer della banca nel suo stesso gioco e ha persino costruito un modello di Erector Set della rapina in modo che Sutherland possa essere stupito di piccoli camion giocattolo che portano via allegramente milioni di persone.



Finora, molto bene. Ma poi Sutherland incontra Adams. Sta controllando il cantiere. È una fotografa che scatta foto per la campagna pubblicitaria della banca. Lo fotografa accidentalmente mentre esce dall'ufficio del caposquadra con i piani rubati per la banca. Hmmm. A questo punto ci aspettiamo che il film si tuffi in un labirinto di complicazioni, doppie croci e discussioni complicate su come superare in astuzia la banca.

Ma non è così. Si immerge, invece, in una relazione tra Sutherland e Adams. È una relazione interessante: Sutherland e Adam sono personalità intelligenti e insolite che formano una bella coppia e siamo felici di vederli innamorarsi nella bellissima Vancouver. È anche divertente incontrare l'ex amante sconsolato di Adams. Ma la rapina in banca va in qualche modo fuori luogo. La relazione tra i due cospiratori Sutherland e Mazursky non si rivela diabolica come pensavamo. L'intero cappero, infatti, risulta essere abbastanza semplice.

Ci sono alcune belle sequenze, in particolare quella con Sutherland e Mazursky sul tetto di un'auto dell'ascensore perquisiti dalle guardie di sicurezza. Ma il film semplicemente non si impegna a parlare di una rapina in banca. Vuole anche parlare di una relazione personale tra Sutherland e Adams. E poiché la loro relazione non è chiaramente implicata nella rapina, il film rimbalza da una storia all'altra e si perde.

Questo mi riporta alla mia domanda iniziale: Noel Black voleva davvero fare questo film? 'Pretty Poison', ancora uno dei migliori dormienti di Hollywood, è stato assolutamente affascinante a livello personale mentre esplorava le tensioni tra Weld e Perkins. Era meno sicuro nell'affrontare le loro avventure. Lo stesso accade qui.

Immagino, ma mi chiedo se Black non voglia davvero occuparsi di relazioni umane insolite, ma i suoi film sono finanziati da persone che vogliono gettare crimini e complicazioni per l'assicurazione al botteghino.

'Un uomo, una donna e una banca' ha dei bei momenti e tre belle interpretazioni. Ma non è abbastanza un colpo in banca per affascinarci, e troppo di un colpo in banca per entrare davvero nella sua sottotrama romantica. Forse i problemi del film sono traditi dal titolo. La mia ipotesi è che Black volesse fare un film su un uomo e una donna, e il titolo è un compromesso con i suoi sostenitori, che volevano un film su due uomini e una banca.